HDD vs SSD

HDD o SSD? Sicurezza o velocità?

Da qualche anno c’è stato il boom degli SSD, ma non sempre è tutto oro ciò che luccica.

In questo articolo ti spiegherò

  • cos’è un SSD
  • che vantaggi ci sono ad avere un SSD e quali ad avere un HDD
  • qual’è la scelta migliore per lavorare
  • qual’è la scelta migliore per la sicurezza

iniziamo dunque con il primo punto!

Cos’è un SSD

Come sicuramente saprai i dati su un PC vengono salvati su di un disco fisso, disco fisso che da sempre è l’Hard Disk o HDD.

Il qui presente hard disk non è altro che l’insieme di più piatti sovrapposti, fissati ad un perno centrale che li fa ruotare. Sopra di essi scorrono le testine che si occupano di leggere i dati.

Questa NON è una spiegazione tecnica né lo vuole essere, quindi sono volutamente poco preciso, anche perchè non è questo che ti interessa.

Se vuoi vedere com’è fatto un HDD ecco a te una foto:

spaccato-disco

L’SSD, invece, è l’acronimo di Solid State Disk, ovvero disco allo stato solido.

Si, ma che vuol dire? Semplice. Hai presente le chiavette usb o il tuo cellulare? ECCO!

Il principio di funzionamento è praticamente lo stesso.

L’SSD non è altro che un insieme di chip di memoria sui quali tu vai a salvare i tuoi dati, invece che salvarli sui tradizionali “piatti” degli HDD tradizionali.

Che vantaggi ci sono ad avere un SSD e quali ad avere un HDD

Iniziamo con gli SSD e poi proseguiremo con i tradizionali HDD

Dischi SSD

I vantaggi nell’avere questo tipo di dischi è senza dubbio la velocità.

Un disco SSD (anche non un top di gamma) riesce ad essere tranquillamente dalle 2 alle 3 volte più veloce di un disco tradizionale, fino ad arrivare alle 7 volte di un disco più performante.

Tutto questo in cosa si traduce? In un’estrema velocità nell’avviare Windows, nell’aprire i programmi, nel movimentare grosse quantità di dati, ecc..

Quindi incide positivamente sulla produzione.

Altra nota positiva è che non patisce gli urti. Non avendo parti meccaniche in movimento non è soggetto a danneggiamento qualora venisse sballottato troppo.

Dischi HDD

I dischi tradizionali hanno dalla loro il prezzole dimensioni.

Con i soldi che spenderesti per comprare un disco fisso tradizionale da 1TB non ti compri nemmeno un disco SSD.

I dischi tradizionali arrivano tranquillamente fino a 4TB per disco, mentre gli SSD si fermano ad 1TB (e costano circa 400€).

I dati al loro interno hanno una vita più lunga.

Qual’è la scelta migliore per lavorare

La scelta migliore per lavorare è senz’altro l’SSD.

La sua velocità ti consente di eliminare il collo di bottiglia che sa sempre affligge i PC.

Basta solo pensare che l’avvio di Windows si attesta sui 20 secondi con un SSD contro i 2 minuti con un disco tradizionale per capire la potenzialità di un disco allo stato solido.

Chiaramente se lavori con file di grosse dimensioni o con moltissimi file, il mio consiglio è di affiancare all’SSD un disco tradizionale, in modo da poter affiancare alla velocità altissima di uno la grande capacità dell’altro.

Qual’è la scelta migliore per la sicurezza

Per la sicurezza si continuano a preferire i dischi meccanici.

Per molte ragioni, in realtà, e più nel dettaglio per :

  • maggiore capienza
  • maggiore affidabilità
  • minor costo

Se devi salvare molti dati, ovviamente un disco tradizionale ti consentirà con poca spesa un numero di TB disponibili molto alto.

Viceversa un SSD ti salasserà per un misero TeraByte.

Per la conservazione a lungo termine dei dati sono (ad oggi) ancora sconsigliati gli SSD per via di un’estrema difficoltà (se non impossibilità) nel recupero dei dati.

Come vedi l’estrema velocità è comunque controbilanciata da un costo più elevato ed una minore sicurezza nel mantenere dati nel lungo termine.

Conclusioni

Come hai visto tutti e due hanno i loro pro ed i loro contro.

Il mio consiglio è di utilizzare gli SSD come dischi primari per i tuoi PC sui quali installare windows, i programmi e lavorare.

Gli hard disk tradizionali vanno montati poi come disco secondario per liberare spazio negli SSD, ed ovviamente andranno poi usati per creare un sistema di backup a lungo termine dei dati.



Come sempre, ti invito a lasciare un commento qui sotto ed a seguirmi sulla mia pagina Facebook : Erik Goi - Sistemi di Backup

Se invece vuoi una consulenza per verificare che il tuo attuale sistema di backup  e la tua rete non siano vulnerabili ad attacchi od a perdite di dati richiedi SicurBack tramite questa pagina : SicurBack la prima consulenza a 360° sul tuo sistema di backup

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share and Enjoy !

0Shares
0 0