Le principali cause della perdita di dati

Oggi voglio parlarti delle principali cause della perdita di dati. Come ormai ben saprai, se leggi spesso il mio blog è che i PC sono tutto meno che sicuri.
Ovviamente le cause che possono compromettere il tuo computer e portarti a perdere dei dati sono tantissime.
In questo articolo prenderò in esame quelle più frequenti, per le quali ci sono soluzioni collaudate ed efficaci.

Malfunzionamenti del PC

In assoluto la perdita più temuta e più frequente è quella dovuta a un guasto meccanico improvviso, che si può verificare per usura dei componenti, difetto di controllo, perdita di potenza, danneggiamento da spostamento o difetto dei componenti.
L’esempio più classico è la rottura dell’Hard Disk, che morendo trascina con se nell’oblio tutto il tuo lavoro. Questa è certamente la prima tra le principali cause della perdita di dati.

Quali precauzioni adottare per evitare o ritardare questi guasti?
Il case del PC, va maneggiato sempre con cura. Mai con violenza e, soprattutto, mai da acceso. Al suo interno c’è il disco fisso che, nel caso sia un tradizionale disco meccanico, potrebbe facilmente rompersi a seguito del contatto tra una delle testine ed una delle facce dei dischi sui quali vengono scritti i dati.

Ovviamente una manutenzione programmata e puntuale, diminuisce drasticamente il verificarsi di problemi del genere in quanto si prevengono. Analizzando il disco e le varie componenti si possono valutare eventuali danni od usure precoci e pianificare una sostituzione del tutto indolore della parte in causa.
In questo articolo ti spiego la differenza tra disco fisso meccanico ed a stato solido, leggilo che potrebbe interessarti.

Questo tipo di danno è software, ovvero non c’è nulla che fisicamente si spacca, i risultati però possono essere molto simili ad un guasto vero e proprio.
Il sistema operativo (che nel 90% dei casi è Windows) è l’ambiente in cui lavori.
Una cattiva manutenzione o delle configurazioni errate possono portare a danni anche irreparabili.

I problemi possono essere i più vari, tra cui le famosissime schermate blu (BSoD – Blue Screen of Death – come vengono chiamate dagli addetti ai lavori) o gli improvvisi blocchi del sistema operativo stesso.
Tutti problemi che costringono ad un riavvio forzato del PC. Questo, nella stragrande maggioranza dei casi porta alla perdita dei file aperti nel momento del blocco.

Potrebbe però anche portare a problemi che, in seguito, costringeranno a formattare il PC per re installare windows da capo.

Quali precauzioni adottare per limitare problemi del genere?

Essendo il problema quasi sempre limitato al file sul quale stai lavorando in quel preciso istante, basta aumentare la frequenza dei salvataggi oppure abilitare la funzione di salvataggio automatico.
Sarebbe anche opportuno, se usi il PC per lavoro, programmare delle manutenzioni al sistema in modo da ottimizzare il registro di sistema, la memoria e le varie applicazioni installate.

Errore umano ed inesperienza

Errori umani ed inesperienza causano spesso problemi irrisolvibili senza fare ricorso agli esperti di recupero dati. Tra Le principali cause della perdita di dati forse è quella che preoccupa meno!
Normalmente ci sono due tipi di perdita di dati. Il primo è il classico “cancello un file che non dovevo e poi svuoto il cestino”.
Il secondo è causando danni fisici al disco fisso o alla periferica di salvataggio (penna usb o dvd) per disattenzione.

Quali precauzioni adottare?

Per prima cosa devi trattare con estrema cura le periferiche di memorizzazione esterna, in quanto sono molto delicate e possono facilmente guastarsi se non espulse correttamente.
Seconda cosa a cui devi stare attento è a non cancellare un file se non ne sei proprio certo. Sembra banale da dire, ma molte persone usano il cestino come archivio per i files!
Di tanto in tanto, però, pensando di non avere nulla di importante al suo interno lo svuotano. È una situazione molto grave che, per quanto sembri strana, è fin troppo diffusa.

Virus e malware

Anche in questo caso la situazione è parecchio grave, in quanto è la terza causa della perdita di dati in un computer.
Ovviamente non sto a parlare di phishing et similia in quanto non si tratta di software malevoli ma di vere e proprie truffe.
Malware e virus vengono diffusi principalmente via mail, ma si possono “contrarre” anche via USB infette date dall’amico o dal collega inconsapevolmente, oppure tramite siti web non sicuri.

Nella maggior parte dei casi questi programmi malevoli agiscono nell’ombra e saltano fuori quando ormai il danno è fatto.
Quali precauzioni adottare per evitare di venire attaccati da malware e virus?
Beh, in questo caso non ci sono precauzioni per evitare l’attacco. Si può e si deve, però, avere un sistema in grado di non riportare danni a seguito di un attacco.
Solitamente questi programmi tendono a cancellare, modificare o criptare i tuoi file in modo da portare danno a te oppure ti costringono a pagare un riscatto per avere la tua roba indietro.
La miglior cosa è avere un sistema che salva tutti i tuoi dati e che sia inattaccabile da questi software malevoli, così da renderli del tutto inefficaci

Cause di forza maggiore

Sono, fortunatamente, le cause meno frequenti ma si devono pur sempre considerare. Stiamo parlando di:

  • incendi
  • fulmini
  • inondazioni
  • furti
  • terremoti

E chi più ne ha più ne metta! Ovvero tutti quei disastri più o meno naturali che sono imprevedibili e possono colpire senza pietà ogni tuo sistema.

Quali precauzioni adottare in questo caso?

Beh, anche qui l’unica soluzione possibile è avere un sistema di backup realizzato a regola d’arte che, oltre a salvare tutto il salvabile, lo delocalizzi.
In questo caso anche in caso di perdita totale di dati ed apparecchiature, in un tempo relativamente breve si avrà la possibilità di tornare operativi al 100%

Conclusioni

Come puoi vedere le principali cause della perdita di dati possono davvero preoccupare.
La maggior parte di esse ti colpirà, prima o poi, come dico sempre non è questione di “se” ma di “quando”.
Le soluzioni sono molte e tutte applicabili senza particolari sforzi, ti bastano del tempo e dei soldi.

Ovviamente per casa potrebbe non valerne la pena, ma per il tuo lavoro grazie al quale ci vivi e ci mangi forse è essenziale trovare una soluzione a questi problemi prima che si verifichino, perchè dopo potrebbe essere troppo tardi.

Come sempre, ti invito a lasciare un commento qui sotto ed a seguirmi sulla mia pagina Facebook : Erik Goi – Sistemi di Backup

Se invece vuoi una consulenza per verificare che il tuo attuale sistema di backup  e la tua rete non siano vulnerabili ad attacchi od a perdite di dati richiedi SICUR-BACK tramite questa pagina: SICUR-BACK la prima consulenza a 360° sul tuo sistema di backup

Erik

Erik

Lascia un commento

Torna in alto