Monitorare costantemente il PC, ecco a cosa serve

Io aggiorno sempre Windows, così sono al sicuro da tutti i problemi! Questo è ciò che mi dicono sempre alcuni clienti quando consiglio loro di monitorare h24 i sistemi informatici.

Non fraintendermi, aggiornare un software è sempre cosa buona e giusta perché si vanno a tappare tutte quelle falle che nel tempo sono state scoperte.

Come sai ci sono più tipi di aggiornamenti:

  • Aggiornamenti di sicurezza
  • Aggiornamenti di funzionalità
  • Aggiornamenti critici
  • Patch

La lista, come sempre, è volutamente non esauriente da un punto di vista tecnico perché voglio che sia comprensibile da tutti gli utenti, anche perché come sai questo non è un blog per professionisti del settore, ma è un blog informativo per gli utenti finali che, di informatica, non ne masticano molto 😊

Farò un breve passaggio delle varie categorie che ti ho citato qui sopra, giusto per darti un’idea di massima e poi andiamo a vedere perché un pc andrebbe monitorato costantemente.

Aggiornamenti di sicurezza

Come dice il nome, sono quegli aggiornamenti che vanno a chiudere tutte quelle falle che riguardano la sicurezza, ovvero quelle vulnerabilità che potrebbero compromettere il sistema o i dati al suo interno.

Aggiornamenti di funzionalità

Anche qui, come suggerito dal nome, sono quegli aggiornamenti che aggiungono funzioni al nostro software. Lo rendono più completo, più usabile o più facile da usare.

Questi sono i tipi di aggiornamento che sono facoltativi da installare, ovvero che non incidono sulla sicurezza.

Aggiornamenti critici

Sono quegli aggiornamenti estremamente importanti che dovresti installare il prima possibile, infatti vanno a chiudere tutte quelle vulnerabilità che molto probabilmente sono già state (o vengono tutt’ora) utilizzate da cybercriminali.

Patch

Sono gli aggiornamenti che vanno a mettere una pezza su errori software che non compromettono tanto la sicurezza quanto l’usabilità dello stesso.

Bene. E ora mi dici perché dovrei monitorare il mio PC h.24?

Si, te lo dico molto volentieri! Permettimi di fare una piccola premessa, però.

Come puoi leggere da questo articolo: Problemi con aggiornamento Windows 10 (fonte: Zeus News), noterai che anche questa volta Microsoft ha combinato un pasticcio con gli aggiornamenti.

Infatti molti utenti hanno riscontrato problemi vari, te ne elenco qualcuno (li avessi anche tu, sai a cosa è dovuto almeno 😅):

  • Pc bloccati in cicli infiniti di riavvio
  • prestazioni durante i giochi calate drasticamente
  • schermi che sfarfallano quando si ridimensionano le finestre
  • problemi con la risoluzione dei nomi via DNS (indispensabile per i servizi offerti via Internet)
  • problemi con la condivisione delle cartelle

Questo è l’elenco dei problemi resi noti con questo aggiornamento. Per la carità, nulla di troppo grave, qualche mese fa un aggiornamento eliminava la possibilità di stampare e un altro prima ancora cancellava completamente la cartella “Documenti” del pc, quindi diciamo che questa volta è meno peggio del solito.

L’unica soluzione, per ora, è disinstallare l’aggiornamento incriminato (che per dovere di cronaca è il KB5001330).

Ovviamente se avessi il PC monitorato e manutenuto 24 ore al giorno, 7 giorni su 7 per 365 giorni all’anno non avresti questo problema. Anzi, non avresti anche un sacco di altri problemi 😅

Avere il computer monitorato h.24 non significa che qualcuno ti sbircia tutto il giorno, significa che qualcuno vede lo stato di salute sia dell’hardware che del software del tuo PC. Lo vede e se ne prende cura, sempre. Anche se tu non te ne accorgi.

Questo vuol dire anche, limitare gli update automatici di Windows, lasciando passare solo quelli sani e lasciando in coda quelli che creano problemi, per installarli in un momento successivo, quando Microsoft avrà risolto il “casino”.

E se l’aggiornamento incriminato venisse installato ugualmente? In fondo, nessuno è perfetto, no?

In quel caso, proprio grazie al monitoraggio sempre attivo e sempre senza che tu debba fare nulla, l’aggiornamento verrebbe immediatamente disinstallato dal tuo computer. Più sicuro tu, più tranquillo io.

E come faccio a monitorare i PC allora?!

Sicuramente ti stai chiedendo questo, beh, ti ho già detto come farlo in questo articolo : U-Check, ti invito a leggere il mio articolo perché U-Check è un programma di monitoraggio 24/7/365 unico nel suo genere e pensato per aziende e liberi professionisti.

La tua ancora di salvezza se vuoi pensare solo a lavorare lasciando che io mi occupi di monitorare la tua azienda mantenendola produttiva ed operativa.

Come sempre ti ringrazio per la lettura e ti invito a seguirmi anche sugli altri canali social :

👉🏻 Facebook : Erik Goi
👉🏻 LinkedIn : Erik Goi

Erik

Lascia un commento

Torna in alto