Scopri le principali cause di rottura del tuo Hard Disk

Scopri le principali cause di rottura del tuo Hard Disk

L’Hard Disk è un componente fondamentale del tuo computer, è il componente sul quale sono salvati tutti i tuoi dati.

Ci sono altri componenti fondamentali in un computer, come la CPU o la RAM, ma nessuno può provocare danni quanto un Hard Disk rotto.

Una CPU rotta è un grosso fastidio, nulla più si può cambiare. La RAM? Anche.

Un Hard Disk rotto? Si cambia anche quello, ma la sua rottura porta alla perdita di tutti i tuoi dati.

Certo, se hai un backup dei tuoi file, non è un problema, ma se hai tutto sul PC e basta, è meglio che continui a leggere per sapere in quanti modi potrebbe rompersi il tuo disco fisso.

Crash delle testine

L’hard disk ha delle testine che si spostano sui dischi (chiamati piatti) magnetizzati nel mentre che questi ultimi vengono fatti girare da un motorino.

Le testine sfiorano la superficie dei piatti stando a 3 nanometri (nm), come puoi immaginare la distanza è praticamente nulla.

È per questo motivo che un urto particolarmente forte possa far si che la testina entri in contatto con il piatto, rigandolo.

Un piatto rigato equivale ad una perdita di dati totale nel 90% dei casi. Si potrebbe tentare di inviare il disco ad un laboratorio con una camera bianca per il recupero dati, ma oltre ad essere parecchio costoso, non è detto che con un guasto fisico del genere si riesca a recuperare qualcosa.

Elettronica guasta

Il tuo hard disk è comandato in tutto e per tutto da una scheda elettronica, questa scheda gestisce praticamente tutte le operazioni del disco fisso.

Un guasto all’elettronica, però, è meno grave di quanto tu possa pensare.

Non sto dicendo che sia di semplice o veloce risoluzione, ma diciamo che non rischi di perdere tutti i dati.

Infatti, trovando un disco dello stesso modello e della stessa serie è possibile sostituire l’elettronica guasta con un’altra funzionante e tornare ad avere un disco funzionante.

Ovviamente il disco non sarà più in perfetta forma, pertanto una volta recuperati i dati non dovrebbe essere più usato per cose importanti.

Shock termico

Già, i dischi fissi patiscono il caldo. E lo patiscono anche tanto.

Generalmente i più soggetti sono i dischi dei portatili, in quanto sono chiusi in uno spazio molto più stretto e faticano di più a smaltire il calore.

In questo caso il rischio è davvero alto, i portatili usati per lavoro hanno un’alta percentuale di guasti ai dischi fissi proprio a causa del troppo calore generato.

Un modo per evitare o comunque per posticipare il più possibile questo problema è quello di effettuare una regolare manutenzione al portatile.

Manutenzione che consiste nell’aprirlo e pulirlo accuratamente dalla polvere, pulire le ventole della CPU e cambiare la pasta termica dei dissipatori (dopo averli puliti per bene dalla polvere e dai residui di pasta termica).

Una pulizia accurata può ridurre drasticamente il calore generato dal PC e, di conseguenza, assicurare una vita più lunga al tuo disco fisso.

Conclusioni

Il disco fisso può guastarsi in due modi:

  • graduale
  • improvviso

Il guasto del disco rigido graduale può essere più difficile da diagnosticare, perché alcuni suoi sintomi, come dati danneggiati e rallentamento del PC (causata dal graduale danneggiamento di aree del disco rigido
che richiede ripetuti tentativi di lettura prima di accedere con successo), possono essere causati da
molti altri problemi del computer, come ad esempio i malware.

Un numero crescente di settori danneggiati può essere un segno di un disco rigido a fine vita. In questi casi resta ancora valido per quanto possibile affidarsi anche ai rumori che il disco emette, i rumori ciclici, e i click delle testine sono indicativi di problemi imminenti.

Il guasto improvviso, invece, si presenta tipicamente come un disco
che non può più essere rilevato dal BIOS, o che non riesce a superare il POST (la schermata nera di avvio).

Ora che hai capito tutte le cause che possono portare il tuo hard disk a guastarsi ed a farti perdere tutti i dati frutto di duro lavoro, il mio consiglio è quello di prendere immediati provvedimenti.



Come sempre, ti invito a lasciare un commento qui sotto ed a seguirmi sulla mia pagina Facebook : Erik Goi - Sistemi di Backup

Se invece vuoi una consulenza per verificare che il tuo attuale sistema di backup  e la tua rete non siano vulnerabili ad attacchi od a perdite di dati richiedi SicurBack tramite questa pagina : SicurBack la prima consulenza a 360° sul tuo sistema di backup

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share and Enjoy !

0Shares
0 0